Luce pulsata per capillari [Guida]

Luce pulsata per capillari [Guida]

La luce pulsata, oltre ad essere un metodo di epilazione ben noto, è molto utilizzata anche per trattare altri inestetismi, infatti,nonostante l’uso più comune della luce pulsata sia quello legato alla rimozione definitiva dei peli superflui, questo metodo innovativo viene impiegato anche per la cura di alcuni inestetismi quali vene varicose e capillari rotti.

Innanzitutto, cosa si intende esattamente per luce pulsata? Sia i dispositivi casalinghi che quelli professionali che si trovano nei centri estetici, utilizzano questa tecnologia ad impulsi luminosi.

Questi penetrano negli strati profondi del derma e vanno ad agire sulle zone più scure, siano esse peli, vene o capillari. L’effetto è quello di produrre calore che rimuove i peli dalla radice e, nel caso di vasi sanguigni, li restringe, facendo scomparire lividi macchie violacee.

Sono tanti i modi consigliati dagli esperti per prevenire la rottura dei capillari e la comparsa di vene varicose. Tuttavia, si tratta di rimedi di breve durata o che non funzionano. Dopo la comparsa dei capillari rotti, l’unica soluzione è quella di iniettare del liquido sclerosante, ma si tratta di un intervento invasivo e fastidioso.

Grazie ai dispositivi a luce pulsata pensati per l’uso domestico, chiunque può risolvere il problema dei capillari rotti e delle vene varicose, senza la necessità della mano esperta di un professionista.

In un solo elettrodomestico, quindi, sono racchiuse più funzioni: epilazione, fotoringiovanimento e fotocoagulazione.

Vediamo come funzionano i dispositivi a luce pulsata e come possono combattere il problema dei capillari rotti.

Come trattare i capillari da casa con la luce pulsata

Come trattare i capillari da casa con la luce pulsata

Il trattamento a luce pulsata per contrastare la comparsa di vene varicose e capillari, lo abbiamo accennato, è detto fotocoagulazione, in quanto la luce va a restringere i vasi sanguigni colpendo l’emoglobina.

La tecnologia a luce pulsata funziona in modo molto simile al laser: si basa sulla fototermolisi selettiva, ovvero va a colpire quei tessuti particolarmente ricchi di melanina, detti cromofori, che assorbono particolari lunghezze d’onda.

Ecco perché la luce pulsata agisce sui peli e non su tutto il derma: riconosce il pelo grazie alla melanina, all’acqua e a quelle altre sostanze che lo rendono diverso e più scuro rispetto alla pelle.

La luce genera calore e lo elimina. Un discorso simile può essere applicato ai capillari: la luce pulsata viene attratta dalla presenza di acqua nelle pareti e dal colore più scuro rispetto alla pelle. Penetra in profondità nella pelle e genera calore sul tessuto interessato.

Il calore restringe i vasi e aiuta così a contrastare la comparsa di macchie e lividi sulla pelle.

Per questo, è importante che la pelle da trattare non sia né abbronzata né di colore naturalmente scuro: la fototermolisi entra in azione quando il contrasto tra la pelle chiara e i peli scuri, o le macchie, è molto evidente.

Trattare da casa i capillari danneggiati con dispositivi a luce pulsata è molto semplice, ma richiede anche attenzione per evitare spiacevoli effetti collaterali. Come già detto, la pelle non deve essere abbronzata, ma non deve neanche presentare tatuaggi, nei, ferite, eritemi o altri elementi che potrebbero ostacolare la buona riuscita del trattamento.

Prima di tutto bisogna pulire bene l’area da trattare e asciugarla con cura, in modo che non vi siano residui di saponi o acqua. Nei centri estetici si applica poi uno speciale gel rinfrescante e protettivo che migliora la sopportazione al fastidio ed evita anche la comparsa di macchie.

Prima di procedere, si regolano lo spettro cromatico e l’intensità luminosa in base alla pelle e all’estensione della zona da trattare.

Il dispositivo va utilizzato come indicato nelle istruzioni, mai troppo a lungo in una sola area e non troppo a contatto con la pelle. Provare un po’ di pizzicore è normale. In caso di dolore è bene sospendere il trattamento.

Nei giorni successivi, è raccomandato non esporsi al sole, almeno per una settimana o due. Le sedute vanno ripetute a distanza di quattro settimane per consentire alla pelle di rigenerarsi del tutto. Ogni seduta dura circa 20 minuti.

È sufficiente acquistare un epilatore a luce pulsata domestico per godere anche degli effetti benefici della fotocoagulazione.

Scopri tutti gli articoli del nostro blog sulla luce pulsata qui

Principali controindicazioni della luce pulsata per i capillari

Principali controindicazioni della luce pulsata per i capillari

I dispositivi a luce pulsata domestici sono sempre più sicuri e pensati per le esigenze di qualsiasi utente. Tuttavia, come tutti i trattamenti estetici, non è esente da controindicazioni.

Lo ripetiamo perché è importante: è bene evitare la luce pulsata in presenza di eczemi, tatuaggi, lesioni cutanee, melanomi, escoriazioni, ferite, dermatite atopiche o infezioni.

Non bisogna utilizzare la luce pulsata su zone eccessivamente sensibili, come sul collo o sull’inguine. La luce pulsata va poi evitata in caso di elevata fotosensibilità.

Questa condizione è presente in particolare con l’assunzione di medicinali come antibiotici, antistaminici, antidepressivi, alcuni tipi di integratore alimentare, medicinali immunosoppressori e molti altri. In ogni caso, è bene prima di tutto consultare il proprio medico prima di sottoporsi a un trattamento di fotocoagulazione.

Quando si usano i dispositivi a luce pulsata è fondamentale indossare sempre degli occhiali protettivi, in modo da evitare effetti collaterali agli occhi a causa della prolungata esposizione alla luce. Le case produttrici offrono tutte le indicazioni fondamentali per godere dei migliori risultati senza rischi, quindi leggi bene il foglietto illustrativo prima di procedere con il trattamento.

A seguito di ogni seduta, la pelle non deve essere esposta al sole per almeno due settimane, per evitare che si formino dolorose e antiestetiche macchie. Aspetta circa 4 settimane prima di sottoporti al trattamento con luce pulsata di nuovo. Questo per fare in modo che la pelle si rigeneri completamente.

Prima di decidere di acquistare un dispositivo a luce pulsata è bene sempre consultare un dermatologo o un medico di base, in modo da poter combattere gli inestetismi delle vene varicose in tutta sicurezza.

Ordina ora il tuo nuovo Epilatore a Luce Pulsata E21, cliccando qui in basso:


Oppure ordina tramite il nostro negozio Amazon premendo qui in basso:

Acquistalo su Amazon

Lascia un commento

Il commento è soggetto ad approvazione